Attenzione! Avvistate Onde di Wolfe su Cable!

Solitamente mi piace analizzare principalmente Eur/Usd facendolo con un mio personale approccio ciclico, ma questo fine settimana dando un occhio agli altri cross ho trovato una formazione da manuale con delle bellissime onde di Wolfe sul cable (Gbp/Usd) e per questo ho pensato potesse essere interessante segnalarvelo.

Per chi avesse piacere di conoscerle o di rispolverarle un po’ ci viene in aiuto Traderpedia (link qui)

Figura 1: formazione grafica onde di Wolfe rialzista

figura 1

Nel nostro caso come è possibile vedere nella figura 2, la sterlina ha perfettamente oltrepassato con il punto 5 la trendline costruita unendo il punto 1 al punto 3 e l’ingresso sarebbe stato corretto effettuarlo con il rientro del prezzo al disopra della trendline falsamente violata con target il raggiungimento della EPA line data dall’unione del punto 1 con il punto 4 e lo stop poco sotto il punto 5.

Figura 2: Onde di Wolfe, Gbp/Usd grafico daily 26/10/2014

figura 2

In questo momento però la figura ha già avuto una sua evoluzione andando a violare anche la trendline data dall’unione del punto 2 al punto 4 e in modo interessante la stessa è stata appena “pullbeccata” ma il target con il raggiungimento della EPA line come è facile notare non è ancora avvenuto.
A questo punto ci si può interrogare se esistono ancora dei buoni spazi per entrare dando un senso all’operazione da un punto di vista di un adeguato rapporto rischio/rendimento e la risposta è positiva. In particolare, si potrebbe scegliere di valutare un approccio di gestione più tranquillo che lasci maggiore “respiro” al prezzo con uno stop più largo e un rapporto rischio rendimento di 1 a 1 come mostrato in figura 3.

Figura 3: onde di Wolfe, Gbp/Usd grafico daily, operazione con rapporto rischio/rendimento 1:1

figura 3

oppure prediligere un’operatività più aggressiva che lasci meno spazio al prezzo con uno stop più stretto a fronte di un rendimento pari ad almeno 2,3 volte il rischio sostenuto (Figura 4).

Figura 4: onde di Wolfe, Gbp/Usd grafico daily, operazione con rapporto rischio/rendimento 1:2 ,1:3

Immagine4

Considerando il time frame giornaliero è sicuramente questa un’operatività multiday che potrebbe però lasciare degli spunti anche a chi svolge un’operatività intraday facendogli ad esempio prediligere segnali long per tralasciare momentaneamente gli short.

Buon trading a tutti i lettori!

2 Responses to Attenzione! Avvistate Onde di Wolfe su Cable!

  1. claudio 09/06/2015 at 16:46 #

    ciao,
    ho trovato il tuo articolo molto interessante!
    mi è capitato di osservare quelle che mi sembravano delle onde di wolfe senonche una volta arrivate al punto 5 prendevano la direzione di lateralita mancando il targhet situato sulla trend line 1-4.
    c’e qualche accorgimento (oscillatore,indicatore,ecc.ecc) per evitare una sorpresa del genere?
    Le onde di walfe per definirsi tali devono dar luogo per forza di cose ad un triangolo simmetrico o va bene anche un triangolo ascendente/discendente?
    grazie per la tua risposta
    claudio

    • APalmisano 13/06/2015 at 11:52 #

      Ciao Claudio, ti ringrazio.

      “..prendevano la direzione di lateralita mancando il targhet situato sulla trend line 1-4.c’e qualche accorgimento (oscillatore,indicatore,ecc.ecc) per evitare una sorpresa del genere?”
      Come accorgimento più che consigliarti un indicatore/oscillatore mi sento di consigliarti di guardare il “tempo”. Questi target solitamente non ci mettono “troppo” ad essere raggiunti. Posso proporti il seguente piano di azione:
      Scegli un time frame con cui ti trovi a tuo agio
      Individua scorrendo il grafico le onde di Wolfe
      Misura il tempo che ci mettono per raggiungere il loro target
      Calcola una semplice media aritmetica per ottenere un tempo medio di raggiungimento del target.

      Quando noterai che il prezzo lateralizzerà mettendoci più del tempo medio da te calcolato non sarebbe sbagliato decidere di chiudere la posizione prima del raggiungimento dello stop loss o del take profit.

      “Le onde di walfe per definirsi tali devono dar luogo per forza di cose ad un triangolo simmetrico o va bene anche un triangolo ascendente/discendente?”
      Attenzione Claudio..ti ricordo che il triangolo simmetrico è composto da massimi decrescenti e minimi crescenti, l’ascendente da max o min laterali e max o min crescenti/decrescenti. Se ci fai caso invece, le onde di wolfe hanno massimi e minimi entrambi crescenti o decrescenti ed è questa la loro caratteristica solo che rispetto ad un trend che “pullbecca” puoi trovarle in un trend un po’ più “compresso”
      Grazie per la tua domanda
      Antonio

Lascia una risposta

© 2016 by    
Marco Tosoni