Outlook Ftse Mib #63

IN COLLABORAZIONE CON

 unicredit logo

Bentornati all’appuntamento con l’Outlook sul Ftse Mib. La borsa di Milano continua nella sua fase di incertezza estiva: giunti al giro di boa della settimana, le quotazioni rimangono a cavallo di area 21.800 punti, in un trading range sempre più compresso all’interno di una formazione triangolare in formazione dalla fine di Maggio. Osserviamo la situazione sul consueto grafico giornaliero:

Ftse Mib_08082018

Come si può ben vedere dal grafico, i giorni passano ma la situazione continua a non offrire grandi spunti chiarificatori, tant’è che con la chiusura di ieri, ci troviamo proprio nel bel mezzo della figura triangolare: ciò è naturalmente lo specchio della totale incertezza che regna anche tra i grandi operatori. In questo momento, pensare di intraprendere operazioni di lungo periodo non va oltre la mera scommessa. Inutile ricorrere a strumenti quali medie mobili (nel grafico si può vedere come la media a 200 sia totalmente appiattita e rappresenti sostanzialmente l’attuale resistenza più forte ed immediata) piuttosto che indicatori e oscillatori, che fungendo da “sintetizzatori” dell’azione del prezzo, sono naturalmente piatti e illeggibili. 

Attualmente, l’unico elemento degno di considerazione, pare essere il Vix, che con una perdita di circa il 3% registrata nella giornata di ieri, è tornato ancora una volta in area 10 (zona di minimo storico): questo dato estremamente basso, se da un lato spiega perfettamente la stabilità del mercato americano, dall’altro invita alla massima attenzione. I principali indici a stelle e strisce, sono a contatto con i propri massimi storici: nonostante quindi la buona intonazione di Wall Street è bene tenere buon conto di possibili prese di profitto nelle prossime settimane. 

Ferma la mia view positiva per il resto del 2018 (dove mi attenderei un recupero di forza anche dall’Europa, ma solo a partire dalla seconda metà di Settembre), immagino che eventuali prese di profitto potrebbero avere una durata fino a un massimo di 3/4 giorni, rappresentando occasioni per entrate di breve termine. Se ciò accadesse, inevitabilmente il Ftse Mib ne verrebbe coinvolto; ne consegue che sarebbe possibile cogliere rimbalzi su supporti quali 21.400 in prima istanza, 21.200 e naturalmente 20.800 dove immagino non assisteremmo ad un breakout, ma ad una tenuta ulteriore del livello.

Concludo come sempre invitando alla massima prudenza: col Vix intorno a 10, abbiamo sostanzialmente un mercato che sta scalando una ripida vetta (massimi storici Usa)…procede piano, ma la salita è irta di ostacoli adesso…cadere è un attimo – e si sa – in borsa si sale con le scale e si scende con l’ascensore. Agiamo di conseguenza…

 

Ricordo che è online il mio nuovo sito www.mytrader.club, il portale che condivido con Giovanni Lapidari e che raccoglie il frutto della nostra esperienza, dei software e dei servizi che abbiamo pensato per tutti coloro che intendono approcciarsi al trading in modo consapevole, professionale, vincente. 

 

Il mio Portafoglio Virtuale è visualizzabile qui. Ricordo che per eventuali curiosità e commenti su questo articolo, è possibile contattarmi a info@marcotosoni.it

Anche nel 2018 il servizio Outlook Ftse Mib & Virtual Certificates Portfolio, verrà arricchito dalla creazione di un webinar gratuito mensile (qualora non fossi iscritto alla mia newsletter, è sufficiente registrarsi gratuitamente sul sito www.marcotosoni.itper ricevere mensilmente le credenziali di accesso). Prossimo appuntamento Giovedì 23 Agosto (ore 18:00-19:00), dove ci sarà occasione di andare ad aggiornare la situazione sui principali mercati finanziari, con particolare attenzione per il nostro Ftse Mib.

Auguro un buon trading a tutti, dandovi appuntamento al prossimo articolo dove andremo a caccia di opportunità sui Certificates!

No comments yet.

Lascia una risposta

© 2016 by    
Marco Tosoni