Trading room ergonomica

Il decreto legislativo 626 regolamenta la sicurezza sul posto di lavoro, ovviamente noi siamo a casa nostra, e quindi le regole le decidiamo noi, tuttavia possiamo trarre degli spunti per rendere più confortevole la nostra attività di trading, e visto che il nostro stato psico-fisico influisce in maniera diretta ed oggettiva sui nostri risultati, vediamo quali sono gli accorgimenti e i consigli più utili da seguire.

 

 

L’AMBIENTE

  1. Spazio di lavoro sufficiente per cambiamenti di posizione
  2. Pareti di colore chiaro non riflettente
  3. Temperature ed umidità confortevoli
  4. Ricambi d’aria adeguati
  5. Rumore ambientale contenuto e tale da non disturbare l’attenzione e la comunicazione verbale

Ovviamente, non è che possiamo ridipingere appositamente le pareti, o togliere il frigo per far spazio alla nostra trading room, tuttavia se possiamo scegliere dove collocarla, allora sappiamo di prediligere un ambiente spazioso, possibilmente delle pareti chiare, e una stanza dove ci siano delle finestre.

Per quanto riguarda il rumore ambientale, è più un problema di ufficio, nella mia esperienza personale, basta che il mio vicino non stia tagliando l’erba e sono a posto.

L’ILLUMINAZIONE

  1. Evitare abbagliamenti e riflessi su schermo e su altre attrezzature
  2. Illuminazione sufficiente ma contenuta
  3. Contrasto appropriato tra schermo ed ambiente
  4. Fonti luminose perpendicolari allo schermo (né di fronte, né alle spalle dell’operatore)
  5. Postazione distante almeno 1 metro dalle finestre
  6. Finestre schermate con tende regolabili
  7. Luci artificiali schermate

Da questo punto di vista, far tesoro di queste informazioni ci aiuta a collocare nella miglior maniera la nostra trading room, almeno la disposizione dei mobili possiamo cambiarla, così come la posizione di eventuali lampade da scrivania.

IL TAVOLO

  1. Superficie chiara e non riflettente
  2. Altezza del piano regolabile, se fissa di circa 72 cm
  3. Dimensione del piano idonea a sistemazione corretta e flessibile di monitor, tastiera e documenti di lavoro
  4. La profondità sotto il piano deve permettere le gambe semidistese
  5. Stabile e non vibrare all’uso

Se hai già una scrivania sei a posto, ma se devi comprarne una nuova, tenere a mente queste informazioni più aiutarti nella scelta.

IL SEDILE

  1. Basamento stabile e antirabaltamento a 5 razze
  2. Piano del sedile regolabile in altezza
  3. Schienale regolabile in altezza ed in inclinazione
  4. Comandi maneggevoli ed accessibili in posizione seduta
  5. Per garantire il comfort
    5.1 Piano del sedile e schienale ben profilati
    5.2 Imbottitura spessa e semirigida
    5.3 Rivestimento traspirante

Come visto per quanto riguarda il tavolo, queste informazioni le possiamo utilizzare per nuovi acquisti, e poi una delle gratifiche di fare il trader professionista in privato, è che di fatto “il capo” siamo noi, e una bella poltrona professionale da ufficio che soddisfi i criteri di legge, è uno sfizio che meriti.

IL MONITOR

  1. Contrasto e luminosità regolabili
  2. Immagini stabili
  3. Caratteri definiti e leggibili
  4. Facilmente orientabile

Da questo punto di vista se non si hanno proprio monitor in stile 1915-1918, direi che problemi non ne esistano.

LA TASTIERA

  1. Autonoma e mobile, di basso spessore
  2. Inclinabile
  3. Superficie opaca
  4. Caratteri e simboli leggibili
  5. Lo spazio sul tavolo davanti ad essa deve consentire un comodo appoggio per le mani e gli avambracci

Da tenere presente il punto 5, per collocare la nostra tastiera per bene.

GLI ACCESSORI

A – leggio portadocumenti
  • orientabile e stabile, opzionale per chi lo desidera
  • circa alla stessa distanza ed angolazione del monitor

B – poggiapiedi

  • opzionale per chi lo desidera
  • stabile e largo da permettere alle gambe differenti posizioni

C – supporto per monitor

  • solido e facilmente regolabile

D – lampada da tavolo

  • schermata ed orientabile, da fruire se è necessario integrare l’illuminazione naturale o artificiale

 

No comments yet.

Lascia una risposta

© 2016 by    
Marco Tosoni