Virtual Certificates Portfolio #1

IN COLLABORAZIONE CON

 unicredit logo

 

Benvenuti al primo appuntamento con la rubrica Virtual Certificates Portfolio, che avrà luogo ogni Giovedì per tutto il corso del 2016.

In questa sede andrò a comporre un portafoglio dimostrativo fino alla concorrenza di € 10.000 virtuali, totalmente costituito da certificates emessi da Unicredit; selezionerò settimana per settimana da 1 fino a 3 certificati, i quali risponderanno a tutta una serie di parametri soddisfacenti sia dal punto di vista tecnico che del money & risk management.

PARAMETRI TECNICI

1_Analisi candlestick

2_Analisi di supporti e resistenze statiche

3_Analisi della volatilità

4_Analisi algoritmica (utilizzo di indicatori e/o oscillatori)

 

PARAMETRI DI RISK & MONEY MANAGEMENT

1_Analisi del rapporto rischio/rendimento

2_Accuratezza (ovvero la percentuale di operazioni vincenti)

3_Determinazione del rischio per singola operazione (max 2% del portafoglio per singolo certificate)

 

Le analisi di carattere tecnico saranno di tipo squisitamente discrezionale, mentre i parametri di risk & money management verranno identificati effettuando uno studio statistico delle serie storiche a mia disposizione, mediante l’utilizzo di formule di mia creazione. Per ogni certificato selezionato, esporrò le ragioni tecniche e statistiche che mi hanno portato ad inserirlo nel mio portafoglio virtuale, così da offrire spunti formativi sia dal punto di vista analitico che operativo.

Una volta identificato un certificate qualificato ad entrare in portafoglio, sarà possibile osservarne l’andamento nella sezione CERTIFICATES del mio sito web.

Ecco il primo certificato che ho ritenuto di inserire nel mio portfolio virtuale:

 

TOP BONUS SU ATLANTIA

1.ANALISI

Come avevo preannunciato nell’articolo di Lunedì relativo al mio outlook settimanale (vedi qui), Atlantia mostra i requisiti ideali per l’operatività in certificati: 

status atlantia

Questo grafico, a time frame giornaliero, mostra nella finestra inferiore un Average True Range (qui una spiegazione di questo indicatore) tarato a 13 periodi. Questo indicatore di volatilità, offre due informazioni per noi fondamentali:

1_Come si può notare, la volatilità rispetto ai massimi di inizio 2016 è in forte calo.

2_Nonostante ciò, è ben distante dai minimi (attorno ad area 0.20); non vi è dunque un forte allarme circa un possibile aumento, che potrebbe essere pericoloso utilizzando certificati che prevedano una barriera.

Dal punto di vista algoritmico non ci sono invece spunti particolari e mediante l’utilizzo di un oscillatore RSI (qui una spiegazione di questo oscillatore) tarato ad 8 periodi, potremmo definire neutrale la fase di mercato attualmente riscontrabile su Atlantia.

Analizzando infine l’azione del prezzo, possiamo notare come Atlantia stia vivendo una fase di trading range, a contatto con la resistenza fissata intorno a quota psicologica di 25€ (chiusura di ieri fissata a 24.29€), che parrebbe essere oggetto di un prossimo attacco a rialzo, considerata anche la buona intonazione che sta mostrando l’indice Ftse Mib (e già ipotizzata nell’articolo di Lunedì) abbinata alla forza relativa di medio periodo mostrata da Atlantia rispetto al nostro indice. Solido anche il supporto fissato in area 22, a distanza di sicurezza dalla barriera (19,2185).

 

2. SELEZIONE DEL CERTIFICATO

Alla luce delle considerazioni di carattere tecnico, sono andato ad osservare la watchlist dei certificates Unicredit al fine di cogliere una buona occasione di investimento su Atlantia: il titolo è strutturalmente forte, la volatilità è in calo ma distante da livelli di allarme e il climax sui mercati sembra essere più sereno rispetto al bimestre gennaio/febbraio.

In quest’ottica ho identificato questo Top Bonus Atlantia, di cui vado ad esporre le caratteristiche salienti:

– Prezzo di acquisto 105,95 (per comodità acquisterò sempre al prezzo lettera e realizzerò in denaro rispetto a quanto esposto nella scheda tecnica)

– Barriera 19,2185 ad una distanza pari al 26.39% dalle quotazioni attuali

– Bonus 11%

Scadenza 16 Dicembre 2016 (13 Dicembre come ultima data di negoziazione)

Codice ISIN DE000HV4AQ77

Per le informazioni e tutti i dettagli ti rimando alla SCHEDA TECNICA presente sul sito Onemarkets

 

3. ANALISI STATISTICA E DETERMINAZIONE DEI PARAMETRI DI RISK & MONEY MANAGEMENT

Osservando la serie storica giornaliera di Atlantia (ultimi 10 anni) ho stimato in una percentuale dell’87.68%, la probabilità che in un ciclo a 144 giorni il titolo vada a chiudere ad un prezzo superiore alla barriera (144 numero di Fibonacci, e rappresentativo con ottima approssimazione dei giorni di vita residua del certificate in oggetto). Barriera, che ricordo, è fissata appena sotto 19,22 € e quindi ad una distanza pari al 26.39% dalle quotazioni attuali. Faccio anche presente che trattandosi di un Top Bonus Certificate, è sufficiente che Atlantia abbia una quotazione superiore alla barriera per incassare la cedola dell’11%, anche se durante la sua vita, i prezzi si dovessero spingere a livelli inferiori. Per ogni approfondimento di carattere teorico, rimando all’apposita sezione educational del sito Onemarkets (clicca qui)

Ho successivamente calcolato il rapporto tra rischio (il 26.39% rappresentato dalla barriera) ed il rendimento (111-105.95 = 5.05%), che è pari a 0,16. Stante una percentuale di accuratezza pari all’87.68%, non mi resta che inserire questi dati nel mio modello di money management anti-martingala, al fine di stabilire quanto investire su questo certificato:

mm atlantia unicredit

Questo file excel, rappresenta il mio modello di Money Management e mi consente di simulare cosa potrebbe succedere sul mio portafoglio, effettuando 1000 operazioni con un rapporto rischio rendimento pari a 0.16, una percentuale di operazioni vincenti pari all’87.68% ed un rischio per singola operazione pari al 2% del mio portafoglio di 10.000 €.

I risultati sono molto interessanti: alla fine di 1000 operazioni basate su questi parametri otterrei un ritorno lordo del 34.12% con un drawdown pari all’1.06% in questa simulazione, e pari al 18.03% nel worst case scenario. 

Procedo dunque ad inserire il certificato nel mio portfolio virtuale, che verrà aggiornato settimanalmente qui

portfoliovirtuale_1

 

Arrivederci a Lunedì 18 Aprile per il nuovo Outlook sui mercati ed a Giovedì 21 per l’aggiornamento del Virtual Portfolio, ricordandoti che per informazioni puoi scrivere alla mia casella mail info@marcotosoni.it

Buon Trading a tutti!!!

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.

© 2016 by    
Marco Tosoni