Virtual Certificates Portfolio #58

IN COLLABORAZIONE CON

 unicredit logo

Bentornati all’appuntamento con Virtual Certificates Portfolio. Il Ftse Mib sta lottando duramente intorno ai 23.000 punti, in attesa di news concrete dal mondo della politica. In tutto questo si avvicina Giugno e le possibilità di un aumento della volatilità diventano sempre più concrete, stante la stagionalità negativa del mese prossimo, di cui ho già parlato nei miei articoli precedenti, nonchè qualche segno di vita da parte del Vix. Quest’oggi innanzi tutto, voglio lavorare in ottica di protezione del portafoglio, mentre nei prossimi articoli che si susseguiranno con frequenza in settimana, procederò all’identificazione ed alla presentazione di nuovi certificati. La situazione più delicata al momento è il Bonus Cap su Azimut con barriera a 13.485. Propongo subito il grafico del sottostante:

azimut 23052018

Nonostante il buon rimbalzo da zona 14.00€, l’ultima seduta è una doji che ritengo troppo pericolosa. Avendo peraltro 10 certificati in portafoglio, a livello di esposizione, Azimut è il sottostante più pesante (dopo Crude Oil, dove però sono – passatemi l’espressione – sono “deep in the money”): a questo punto, sebbene il ritorno sia interessante, l’eventuale tocco della barriera causerebbe una revisione negativa della performance attesa per fine anno. Stante la bassa volatilità (il cui incremento al momento, è un’ipotesi, e che quindi limita drasticamente i potenziali “affari”) non sarebbe scelta saggia perseverare, anche perchè al momento il certificato quota 105.85 e ciò mi consente di poter uscire praticamente a pari (avevo sottoscritto a 105.75 qui la scheda tecnica).

Con un bonus pari a 110.50, per incassare 47.50 € rischierei di andare a subire una perdita nell’ordine dei 250€, sicuramente non un buon affare e senza ombra di dubbio, un azzardo che sarebbe ingiustificato, dato che alla base della scelta effettuata c’era l’ipotesi di un recupero – in termini di forza relativa – di Azimut nei confronti del Ftse Mib, cosa che non poi non si è verificata. Talvolta il trader professionista deve fare opera di umiltà e ammettere di aver sbagliato la lettura del titolo: quando ciò accade in maniera indolore, è sicuramente più facile.

Procedo quindi a liquidare i 10 certificati che ho sottoscritto, liberando circa un 10% di spazio in portafoglio, che verrà occupato da un nuovo certificato/nuovi certificati che sarà/saranno oggetto del redazionale che pubblicherò domani, 24 Maggio.

 

Ricordo che è online il mio nuovo sito www.mytrader.club, il portale che condivido con Giovanni Lapidari e che raccoglie il frutto della nostra esperienza, dei software e dei servizi che abbiamo pensato per tutti coloro che intendono approcciarsi al trading in modo consapevole, professionale, vincente. 

 

Il mio Portafoglio Virtuale è visualizzabile qui. Ricordo che per eventuali curiosità e commenti su questo articolo, è possibile contattarmi a info@marcotosoni.it

Anche nel 2018 il servizio Outlook Ftse Mib & Virtual Certificates Portfolio, verrà arricchito dalla creazione di un webinar gratuito mensile (qualora non fossi iscritto alla mia newsletter, è sufficiente registrarsi gratuitamente sul sito www.marcotosoni.itper ricevere mensilmente le credenziali di accesso). Prossimo appuntamento Giovedì 16 Maggio (ore 18:00-19:00), dove analizzerò la situazione della volatilità, aggiornando l’Outlook per la seconda metà dell’anno.

Auguro un buon trading a tutti, dandovi appuntamento al prossimo articolo!

No comments yet.

Lascia una risposta

© 2016 by    
Marco Tosoni