7 elementi per scegliere il miglior broker

Scegliere il miglior broker per le tue esigenze, è sicuramente una delle più importanti decisioni che devi prendere, un broker efficiente può migliorare significativamente il risultato della tua attività.

Tra i vari elementi valutativi ne ho selezionati sette fondamentali, imprescindibili:

1- la piattaforma: è la tua interfaccia col mercato, utilizza una demo prima di prendere una decisione. Valuta attentamente che sia facilmente utilizzabile, che disponga di un book di negoziazione a 10 livelli, che la maschera per l’inserimento degli ordini sia chiara, e che sia facile revocare un ordine.

2- la velocità: è un fattore decisivo, specialmente se fai daytrading o scalping. Se nel sito del broker non trovi nessun riferimento, non esitare a contattarlo e chiedergli quanto è il tempo medio di esecuzione dell’ordine. Un ordine eseguito celermente, ti da la possibilità di precedere tutti i trader che utilizzano piattaforme più lente, e ti tutela dal rischio di avere fastidiosi slippage di prezzo.

3- le commissioni: valuta con attenzione quante operazioni esegui mediamente, al giorno, alla settimana, al mese. Alcuni brokers offrono piani commissionali con sconti assoggettati al numero di operazioni effettuate, altri offrono un costo fisso. Calcola la soluzione migliore, perchè se sei un trader molto attivo, l’incidenza delle commissioni può risultare determinante.

4- capitale minimo, leva finanziaria offerta, margini richiesti: un altro parametro importante. Un broker che richiede margini bassi, che offre un’alta leva finanziaria, e che consenta di aprire il conto con un capitale minimo di piccola entità, ti offre maggiore elasticità per la tua operatività. Al di là del fatto che ovviamente bisogna essere oculati, perchè queste sono armi a doppio taglio.

5- help desk e call center: altro servizio fondamentale; assicurati che il broker abbia un efficiente servizio call center, in modo che si possano eseguire anche ordini telefonici in caso di linea internet non funzionante, e in modo di ottenere sempre tutta l’assistenza necessaria in caso di problemi di qualsiasi ordine. Se stai scegliendo un broker straniero, verifica che abbia un call center in italiano, a meno che tu non sappia parlare un ottimo inglese. Prima di scegliere il broker, fai una chiamata al call center, e fai una domanda tecnica. I migliori broker dispongono di personale qualificato e in grado di darti, tempestivamente, tutte le risposte che cerchi. Metti il broker alla prova.

6- broker regolamentato: assicurati che il broker che scegli sia “autorizzato e controllato” dall’organismo di vigilanza del paese di residenza fiscale del broker stesso (FSA in UK, CONSOB in italia ecc. ecc.). E’ importante che chi di dovere controlli l’operato della società.

7- il sito internet e la pubblicità: se il broker che stai scegliendo è una società seria e di qualità, troverai nel suo sito internet tutte le informazioni relative ai sei precedenti punti. Diffida dei brokers che sono generici nelle informazioni. I brokers seri si vantano del servizio che offrono, non hanno certo bisogno di essere vaghi. Ricorda che un broker serio non si fa pubblicità promettendoti lauti guadagni, ma mostrandoti la qualità del servizio che ti offre (punti 1-5).

 

 

 

No comments yet.

Lascia una risposta

© 2016 by    
Marco Tosoni