costruire trading system vincenti parte 2 il software

Come preannunciato nel mio articolo precedente, andrò ad approfondire i vari aspetti che ci servono per confezionare un buon trading system, partendo dal software.

Tutti i principali brokers e data provider offrono un software di programmazione che consente di realizzare indicatori e trading system, tuttavia per la mia operatività preferisco utilizzare excel, per una serie di motivi che adesso vedremo in dettaglio.

VELOCITA’ DI CALCOLO

Nella mia trading room sono organizzato in questo modo: utilizzo prorealtime per fare analisi tecnica sui mercati che seguo, questi spunti mi servono per delineare un quadro di medio/lungo periodo e per decidere su eventuali trade discrezionali che intendo intraprendere, utilizzo poi la piattaforma di fastbrokers per il solo inserimento degli ordini, mentre utilizzo excel per far “girare” i miei trading system in tempo reale. Ho optato per questa organizzazione, al fine di non appesantire le piattaforme di prorealtime e fastbrokers; alcuni calcoli che richiedono i miei trading system sono piuttosto complessi, perchè utilizzano anche indicatori di mia creazione che vengono calcolati con dati presi da candele stile heikin ashi e da mercato forex. Mi sono accorto che questa complessità di dati rallentava inesorabilmente le piattaforme, la qual cosa non va bene per un trader che fa scalping come me. Ho quindi optato per excel, così da poter ottimizzare le risorse software di cui dispongo.

DDE (dynamic data exchange)

Liberamente tradotto dall’inglese, significa scambio dinamico di dati, ed è una funzione di excel che ci consente di ricavare dati in tempo reale dal nostro broker/data provider.

Tutti i migliori brokers offrono il dde, e tramite delle formule di riferimento remoto (vedi esempio), si possono ricavare tutti i dati necessari per creare un database di dati di mercato, dal quale andare poi a creare tutte le formule che ci servono per il nostro trading system.

Col dde è possibile anche ricavare dati andamentali relativi al proprio conto di trading, così da effettuare analisi sui risultati, gestire il money management e quant’altro.

 FUNZIONALITA’ PRINCIPALI

Una volta creato un database tramite dde, siamo pronti a sfruttare tutte le potenzialità di excel per sviluppare qualsiasi idea di trading. Possiamo infatti:

  • creare grafici personalizzati, aggiornabili in tempo reale, dove evidenziare tutti i dati che ci servono.
  • creare macro per gestire rapidamente le situazioni di carattere ciclico gestite dal trading system.
  • creare fogli dove organizzare i dati gestionali del trading system in maniera ordinata e fruibile con un semplice colpo d’occhio.
  • utilizzare funzionalità excel che grazie alla loro semplicità snelliscono di molto anche i calcoli più complessi, senza strapazzare il nostro PC.

Ad inizio anno ho riprodotto con excel il TD Sequential di DeMark, un indicatore molto complesso, che può essere utilizzato come trading system. Realizzarlo con excel è stato più semplice ed efficace, andando a gestire tutte le criticità che le modalità di calcolo di questo elegante e geniale indicatore richiedono.

Nei prossimi articoli, approfondirò le varie funzionalità di excel, così da illustrarti i lati che ritengo più interessanti di questo programma; una volta appreso come sfruttarlo, passeremo poi alla fase tecnica: ovvero come determinare i pattern o setup che genereranno i segnali del trading system, come gestire i filtri ed infine come gestire il money management.

Terminato questo percorso disporrai di un modello di riferimento per la costruzione di un trading system con excel.

No comments yet.

Lascia una risposta

© 2016 by    
Marco Tosoni